Terminati i lavori in tutti i cantieri degli immobili di Edilizia Residenzial Pubblica per la riqualificazione energetica legata al superbonus 110%

l presidente di Geat Fabio Galli: “Soddisfatti per questo importante intervento che coinvolge in totale 54 appartamenti di edilizia residenziale pubblica del Comune di Riccione in gestione a Geat (oltre a due privati), per un importo complessivo che si avvicina ai 3 milioni di euro”.

Dopo la fine dei lavori nel condominio di edilizia residenziale pubblica di Via Sondalo (10 appartamenti) avvenuta lo scorso agosto, è arrivata la volta anche di quelli relativi agli altri cantieri interessati dalle ristrutturazioni eseguite sfruttando l’opportunità del superbonus edilizio 110%.

Si tratta nello specifico di altre cinque palazzine.

Una è situata in Via Volterra (8 unità abitative pubbliche e due private), dove è stato realizzato il cappotto termico, sono stati eseguiti interventi antisisma ed è stato rifatto il tetto con coibentazione oltre alla sostituzione delle caldaie e degli infissi.

E poi l’intervento più imponente, quello realizzato in quattro palazzine adiacenti situate in Via Isolaccia e in Via Ponte di Legno, dove gli appartamenti coinvolti nell’intervento sono stati ben 36 e dove si è proceduto alla realizzazione del cappotto e degli interventi di riduzione del rischio sismico, oltre alla sostituzione di infissi e caldaie.

L’ammontare dei primi due interventi ha superato di poco i 500mila euro per ciascun cantiere mentre per il terzo la cifra ammonta a circa 1,7 milioni.

“Siamo molto soddisfatti della conclusione di questa importante operazione iniziata lo scorso gennaio usufruendo dei benefici del Superbonus 110% “, dichiara il presidente di Geat srl Fabio Galli. “Non mi soffermo sui benefici fiscali dell’operazione, ormai risaputi, ma ci tengo a sottolineare quelli ambientali ed economici”. “I lavori effettuati - prosegue il presidente - rendono le abitazioni più efficienti dal punto di vista energetico, permettono di ridurre i consumi per il riscaldamento e raffrescamento, con la conseguente riduzione delle emissioni, senza contare il risparmio economico in bolletta per gli utenti e l’aumento del valore degli immobili, oltre al miglioramento estetico delle facciate”. “Infine - conclude Galli - abbiamo messo in campo un’azione coerente con il Green Deal europeo, che contempla iniziative strategiche che mirano ad avviare l'UE sulla strada di una transizione verde, con l'obiettivo ultimo di raggiungere la neutralità climatica entro il 2050”.

- il condominio di Via Volterra

- le quattro palazzine situate nei Viali Isolaccia e Ponte di Legno (una foto del complesso e due foto con due condomini ciascuna)