Parco piazza S. Lorenzo

Per ridare nuova vita alla piazza di San Lorenzo, Geat ha pensato di creare un luogo che richiamasse l’antica “agorà” greca o il “Forum” dei Romani: spazi in cui si parlava un po’ di tutto; spazi di aggregazione per eccellenza.

La progettazione è partita dallo stato di fatto. La presenza della chiesa di san Lorenzo con una sua ben definita alberatura, ha fatto sì che nel mettere a dimora nuovi alberi si cercasse un “continuum” con quanto era presente. Ecco il perché della scelta dei cipressi, alberi che hanno una funzione ornamentale ben nota in alcune Regioni del centro Italia (chi non ricorda “Davanti San Guido” di Carducci?).

La presenza di un ruscello, dunque dell’acqua, ha fatto sì che si scegliessero anche il salice piangente come pianta presente in questa piazza. Per dare colore al tutto, si sono costruite delle aiuole che, nella parte più ombreggiata e protetta, verso la chiesa di San Lorenzo, contengono ortensie e camelie, mentre nelle altre troviamo rosmarini, rose e melograni. Una festa per gli occhi e per l’olfatto per 365 giorni all’anno.

Note:

Ideazione architettonica della piazza: Ufficio Tecnico del Comune di Riccione.

Ideazione del verde: Ufficio Tecnico e di Programmazione di Geat spa Riccione