22/04/12 - In corso d'approvazione il bilancio Geat 2011

Il Consiglio d’amministrazione di Geat e il Coordinamento dei soci hanno approvato il bilancio 2011 di Geat Spa che sarà sottoposto all’esame dell’Assemblea dei soci il 26 aprile.

Il conto economico presenta un reddito netto (cioè l’utile d’esercizio dopo il pagamento delle imposte) di 17.281 euro. Era stato di 14.143 alla fine del 2010. I ricavi sono a quota 9.992.271 euro (10.805.445 al 31 dicembre 2010). “La differenza è data sia dalla vendita di un numero minore di loculi rispetto al 2010; sia dalla riduzione nei ricavi dagli interventi sul patrimonio immobiliare gestito per conto dei Comuni di Riccione, Coriano e Misano Adriatico” - spiega Alessandro Casadei, presidente di Geat Spa. L’utile non sarà diviso fra i soci (Comune di Riccione con più del 97% della Spa; Comuni di Misano, Morciano, Coriano, Cattolica e San Clemente; Provincia di Rimini) ma sarà destinato a riserva straordinaria (tranne il 5% che andrà a riserva legale). “Va spiegato che l’obiettivo di Geat è il miglioramento dei servizi che ci sono stati affidati, con un sostanziale pareggio di bilancio, non la produzione di utili. Dobbiamo cioè utilizzare i denari messi a disposizione dai soci per produrre servizi, non per guadagnare” - dice Casadei.

L’indotto verso il territorio è di 6.536.122 euro. “Si tratta di forniture, materiali e servizi che Geat acquista da aziende principalmente della nostra Provincia” specifica infine Casadei. Nel 2010 era leggermente superiore (7.143.188 euro). E’ rimasto immutato il numero dei dipendenti, il cui costo del lavoro è leggermente diminuito (da 2.774.725 a 2.663.321). Il patrimonio netto si attesta sugli 8.066.923 euro (8.049.642 euro al 31 dicembre 2010).

Per quel che riguarda gli investimenti, nel corso dell’esercizio ne sono stati effettuati per 358.421 euro. Fra questi si segnalano, in particolare, la ristrutturazione della vecchia sede di via Mantova che è andata ad ampliare l’adiacente plesso scolastico e la realizzazione di tre nuovi impianti fotovoltaici (uno proprio per la vecchia sede/nuove aule) e gli altri per due scuole di proprietà del Comune. Inoltre, sono stati acquistati un autocarro e nuove attrezzature per il servizio di manutenzione delle strade.